Homepage

Osservatorio Revisione Osservatorio Revisione

Organismi partecipati e Organo di revisione degli Enti Locali

19 Novembre 2018 | Revisione Enti locali | di Paolo Longoni

Revisore Enti Locali

L’articolo tratta i diversi aspetti relativi alla costituzione, al mantenimento, alla ricognizione ed alla dismissione delle partecipazioni degli Enti; un breve focus sulla copertura delle perdite e sulle ricapitalizzazioni; cenni sullo stato di crisi ed il monitoraggio obbligatorio.

Leggi dopo
News News

ISRS 4400 (revised) – Agreed Upon Procedures Engagements: lo IAASB apre le consultazioni pubbliche

16 Novembre 2018 | di La Redazione

Proposed-ISRS-4400-Revised.pdf

Revisore legale dei conti

Con un comunicato stampa, lo IAASB apre le consultazioni pubbliche sull’ ISRS 4400 (revised), lo standard relativo agli incarichi che esulano dalla revisione legale. Le osservazioni da parte del pubblico ricevute entro il 15 marzo 2019, saranno accolte e valutate da parte di IAASB al fine di emettere una nuova versione dello standard.

Leggi dopo
News News

Valutazioni d’azienda: arriva il Business Valuation Journal

15 Novembre 2018 | di La Redazione

Valutazione d'azienda

L’organismo italiano di valutazione, OIV, ha pubblicato il numero zero della rivista Business Valuation Journal.

Leggi dopo
News News

OIV: VII Convegno internazionale sui principi di valutazione

14 Novembre 2018 | di La Redazione

locandina_OIV 12Nov18.pdf

Valutazione d'azienda

Si è tenuto all'Università Commerciale Luigi Bocconi il settimo convegno internazionale sui principi di valutazione indetto dall'Organismo Italiano di Valutazione.

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

OIC 5 - Bilanci di liquidazione

13 Novembre 2018 | di Nicoletta Paracchini

Al verificarsi di una causa di scioglimento della società, i beni dell’impresa non costituiscono più un valore economico organizzato e capace di produrre reddito, ma un insieme di beni liquidabili, separatamente o in blocco, al fine di poter provvedere al pagamento dei debiti ed alla successiva ripartizione del residuo ai soci. Il Principio Contabile OIC 5 tratta la fattispecie della Liquidazione volontaria delle società di capitali sia dal punto di vista della procedura, sia più specificatamente, del contenuto dei documenti che via via devono essere prodotti.

Leggi dopo
Osservatorio Revisione Osservatorio Revisione

Il ruolo del revisore nella valutazione delle stime contabili effettuate dall'impresa cliente – ISA Italia 540

12 Novembre 2018 | Principi di revisione | di Marco Sorrentino

Principi di revisione

L'informativa contabile che le imprese forniscono al mercato deve evidenziare, nel miglior modo possibile, l'andamento della propria attività economica e finanziaria, così che si possa ridurre al minimo l'asimmetria informativa e si possa permettere agli investitori di prendere le proprie decisioni in funzione del loro livello di avversione al rischio. Proprio per questo, il legislatore ha definito dei chiari vincoli in merito alla valutazione delle poste che devono essere iscritte in bilancio, seppur alcune di esse siano, per natura, soggette alla sensibilità dell'organo amministrativo che si trova a dover effettuare delle stime. Il revisore, nel proprio operato, deve, quindi, ricercare eventuali errori significativi anche nella valutazione delle stime effettuate.

Leggi dopo
Focus Focus

La valutazione delle PMI: criticità nel processo di stima

09 Novembre 2018 | di Andrea Cecchetto

Valutazione d'azienda

Un'indagine svolta dal CNDCEC ha evidenziato che ben il 56,2% dei colleghi valuta solitamente piccole aziende (10-50 dipendenti). In una situazione 'transitoria', poco dopo l'introduzione dei Piv (Principi Italiani di Valutazione) e in assenza di Esempi Illustrativi o di altri documenti dell'Oiv che calino i Piv in un contesto di piccole realtà, i professionisti italiani si trovano comunque a dover applicare - direttamente o indirettamente - tali principi. Partendo dalle lettere di commento ai Piv e dai primi convegni tenuti in Italia sul tema-Piv, l’autore affronta il tema della valutazione delle Pmi.

Leggi dopo
News News

Fatturazione elettronica: definite le modalità per l’invio massivo delle deleghe

07 Novembre 2018 | di La Redazione

AE, Provv. n. 291241 del 5-11-2018.pdf

Libri contabili

L’Agenzia delle Entrate detta le modalità di conferimento delle deleghe per l’utilizzo dei servizi di Fatturazione Elettronica e del Cassetto Fiscale.

Leggi dopo
Osservatorio Revisione Osservatorio Revisione

L’utilizzo del lavoro dei revisori interni – Principio di revisione ISA ITALIA n. 610

06 Novembre 2018 | Principi di revisione | di Marcella Carena

Revisore legale dei conti

Il principio di revisione ISA Italia n.610 disciplina l’utilizzo da parte del revisore esterno del lavoro dei revisori interni alla società, quando questi abbia stabilito che la funzione di revisione interna possa essere rilevante ai fini della revisione contabile. Nel presente contributo si analizzano le modalità e i limiti con cui il revisore esterno può avvalersi del lavoro dell’internal auditing.

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Consolidato fiscale nazionale

05 Novembre 2018 | di Federica Perli

L’art. 4, comma 1, lettera a) della Legge n. 80 del 7 aprile 2003 (Delega per la riforma del sistema fiscale statale), al fine di incrementare la competitività del sistema produttivo, adottando un modello fiscale omogeneo a quelli più efficienti nei Paesi membri dell'Unione europea, ha introdotto l’istituto del consolidato fiscale. Esso comporta la determinazione del reddito complessivo di un gruppo di imprese, calcolato come sommatoria degli imponibili positivi e negativi degli aderenti, inclusa la consolidante. Quest’ultima predispone una dichiarazione di gruppo, che si basa sui dati risultanti dalle dichiarazioni fiscali individuali predisposte dalle società facenti parte dell’area di consolidamento. Queste ultime non recano la liquidazione dell’imposta, poiché il saldo reddituale (utile o perdita) sarà determinato soltanto dalla consolidante che provvederà a liquidare l’imposta di gruppo. Nell’ambito del consolidato le basi imponibili delle società che partecipano alla tassazione di gruppo, vengono sommate per intero indipendentemente dalla percentuale di partecipazione della consolidante nelle consolidate. L’esercizio dell’opzione per l’adesione al consolidato fiscale vincola le società aderenti, ad avvalersene per almeno un triennio, salvo l’interruzione anticipata per effetto di particolari eventi, al termine del triennio esse potranno tacitamente rinnovare l’opzione per altri tre esercizi oppure decidere di non rinnovarla.

Leggi dopo

Pagine