News

Estesa al 2019 la sospensione delle minusvalenze su titoli

08 Ottobre 2019 |

DM 15 luglio 2019 in GU 4 ottobre 2019 n. 233

Titoli

È estesa ai bilanci 2019 la deroga di carattere transitorio, inizialmente concessa per il solo 2018, ai criteri di valutazione dei titoli che non costituiscono immobilizzazioni (DM 15 luglio 2019 in GU 4 ottobre 2019 n. 233).

Ricordiamo che, per gli OIC adopter, i titoli non immobilizzati sono iscritti al minore fra costo di acquisto e valore di realizzazione desumibile dall’andamento del mercato (art. 2426 n. 9 c.c.).

La deroga permette invece, di valutare i titoli non destinati a permanere durevolmente nel patrimonio, in base al loro valore di iscrizione così come risultante dall’ultimo bilancio annuale regolarmente approvato, anziché al valore desumibile dall’andamento del mercato, fatta eccezione per le perdite di carattere durevole (art. 20 quater DL 119/2018 conv. L. 136/2018).

 

La deroga può essere applicata a tutti i titoli non immobilizzati presenti in portafoglio o solo ad alcuni motivando la scelta in nota integrativa.

 

Rientrano nell’ambito di applicazione della norma i titoli di debito e le partecipazioni iscritte nell’attivo circolante dello stato patrimoniale, ma non gli strumenti finanziari derivati.

 

La deroga, concessa per consentire alle imprese di non svalutare i titoli iscritti nell’attivo circolante per effetto dell’andamento dei mercati alla data di chiusura del bilancio, è stata analizzata dall’OIC nel documento interpretativo n. 4/2019.

Leggi dopo