News

L'OIC fa luce su valutazioni e svalutazioni

Sono on-line sul sito istituzionale dell'Organismo Italiano di Contabilità (OIC) due nuovi documenti interpretativi in tema di valutazione di titoli non immobilizzati e rivalutazione dei beni d'impresa. Si tratta, nello specifico, dei documenti:

  • Interpretativo n. 4: D.L. 23 ottobre 2018, n. 119 (convertito con Legge 17 dicembre 2018, n. 136). Aspetti contabili relativi alla valutazione dei titoli non immobilizzati”. Il documento analizza sotto il profilo tecnico-contabile le norme introdotte dall’art. 20-quater, comma 1, del D.L. 119/2018, che concedono la facoltà di derogare al criterio di valutazione previsto dall’art. 2426 del c.c. per i titoli iscritti nell’attivo circolante ed ha carattere transitorio (esse, infatti, stabiliscono che: “I soggetti che non adottano i principi contabili internazionali, nell'esercizio in corso alla data di entrata in vigore del presente decreto, possono valutare i titoli non destinati a permanere durevolmente nel loro patrimonio in base al loro valore di iscrizione così come risultante dall'ultimo bilancio annuale regolarmente approvato anziché al valore desumibile dall'andamento del mercato, fatta eccezione per le perdite di carattere durevole. Tale misura, in relazione all'evoluzione della situazione di turbolenza dei mercati finanziari, può essere estesa agli esercizi successivi con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze”). Il nuovo documento dell'OIC si applica ai bilanci relativi all’esercizio in corso alla data di entrata in vigore del D.L. 119/2018;
  • Interpretativo n. 5: Legge 30 dicembre 2018, n. 145 (Legge di bilancio 2019). Aspetti contabili della rivalutazione dei beni d’impresa”Il documento analizza sotto il profilo tecnico-contabile le norme della legge di rivalutazione 2019 (art. 1, commi 940–946, Legge 30 dicembre 2018, n. 145). Si applica al primo bilancio successivo a quello in corso al 31 dicembre 2017, ossia al bilancio in cui trova applicazione la legge di rivalutazione 2019.

 

(da Fiscopiù)

Leggi dopo