Bussola

Semilavorati

Sommario

La determinazione del costo di produzione | I criteri di rotazione dei beni in magazzino | Profili civilistici | Profili fiscali | Riferimenti |

 

Il costo di produzione dei semilavorati assume valori differenti in relazione alla configurazione adottata, ossia all’aggregato di elementi di costo considerati. La configurazione del costo primo comprende i costi diretti industriali, cioè quegli oneri per i quali è stato possibile e ritenuto conveniente misurare la correlazione fra la quantità del fattore impiegata e la produzione effettuata (in genere materie, mano d’opera, energia). Sommando al costo primo la quota dei costi indiretti di produzione, cioè quelle voci di costo (materiali di consumo, mano d’opera non specifica, spese generali di fabbrica, ammortamenti) non attribuibili con misurazione diretta, ma imputabili attraverso procedimenti indiretti di stima (secondo il criterio funzionale o causale), si ottiene il costo di fabbricazione. La configurazione di costo pieno (o di costo complessivo) comprende, oltre i costi diretti od indiretti industriali anche i costi di distribuzione o commerciali, di amministrazione, finanziari, tributari.   Si determina, infine, il costo economico-tecnico aggiungendo al costo complessivo gli oneri figurativi per l’interesse di computo sul capitale investito, il fitto figurativo per gli immobili di proprietà, il compenso per l’attività direzionale, relativi cioè all’impiego gratuito ne...

Leggi dopo