Focus

Focus

I ricavi secondo l'IFRS 15

13 Febbraio 2018 | di Alberto Quagli

Ricavi

Le imprese che adottano gli IAS-IFRS nei propri bilanci devono applicare il principio IFRS 15 (approvato con Regolamento UE 2016/1905 del 22 settembre 2016 e quindi modificato con Regolamento 2017/1987 del 31 ottobre 2017), che disciplina i ricavi dagli esercizi che iniziano dal 1 gennaio 2018. L’applicazione retrospettica ai bilanci dell’anno precedente fa sì che le imprese dovranno riesporre anche i dati del bilancio dell’esercizio precedente (2017) alla luce delle disposizioni dell’IFRS 15.

Leggi dopo

IFRS 16, le principali novità

12 Febbraio 2018 | di Alberto Quagli

Leasing

Il Regolamento UE 2017/1986 ha approvato l’IFRS 16, principio che riformula interamente la disciplina del leasing, sia finanziario che operativo, abrogando l’attuale IAS 17 e l’IFRIC 4. Tale principio dovrà essere obbligatoriamente applicato a partire dal da 1/1/2019, con conseguente necessità di operare un restatement sui valori di bilancio anche per l’esercizio 2018. La novità principale consiste nell’estendere per il locatario l’attuale disciplina prevista per il leasing finanziario anche al leasing operativo, nel senso che un qualsiasi contratto di affitto origina per il locatore la contabilizzazione di un diritto di uso tra le attività a fronte della passività per canoni dovuti. La distinzione tra leasing operativo e finanziario invece permane per il locatore.

Leggi dopo

Il business plan aziendale, uno strumento di gestione e valutazione

12 Febbraio 2018 | di Federico Diomeda

Bilancio d'esercizio

Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili ha pubblicato, validandoli, i Principi per la Redazione dei Piani di Risanamento a cura di AIDEA, ANDAF , APRI, OCRI, AIAF e del gruppo di lavoro dell’Area Procedure Concorsuali del Consiglio Nazionale (settembre 2017). Precedentemente, a maggio 2011, il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili ha pubblicato il documento “Linee Guida alla Redazione del Business Plan” a cura della relativa Commissione Nazionale.

Leggi dopo

La responsabilità degli amministratori di società per azioni nella redazione del bilancio d’esercizio

26 Gennaio 2018 | di Stefano Pasetto

Bilancio d'esercizio

Il presente contributo - prendendo le mosse dalla constatazione che nell'ordinamento a) è riconosciuta l'importanza del bilancio d'esercizio come mezzo informativo degli stakeholder sullo stato di "salute" di un'impresa e, conseguentemente, b) il compito della sua redazione è inderogabilmente assegnato agli amministratori della medesima - si sofferma a riflettere sulle possibili responsabilità sul piano "civile" e "penale" alle quali gli amministratori di società per azioni potrebbero essere assoggettati, nel caso in cui il bilancio d'esercizio predisposto contenga "irregolarità contabili", piuttosto che vere e proprie "falsità".

Leggi dopo

Il ruolo degli amministratori di società per azioni nella redazione del bilancio d’esercizio

24 Gennaio 2018 | di Stefano Pasetto

Bilancio d'esercizio

Il presente contributo si propone di indagare in ordine al ruolo che gli amministratori di società per azioni ricoprono nella redazione del bilancio d'esercizio. Per fare ciò, lo scritto si sofferma su quale sia l'effettiva funzione "economico-aziendale" che è chiamato a "svolgere" lo stesso bilancio d'esercizio e se e come detta funzione sia stata riconosciuta a livello normativo per le società per azioni. Tale riflessione risulta infatti essere un passaggio "obbligato", posto che, come si vedrà, a livello bilancistico, il ruolo degli amministratori risulta essere strettamente connesso con la funzione di questo documento.

Leggi dopo

L'importanza del Business Plan nella valutazione dell'azienda

09 Gennaio 2018 | di Federico Diomeda

Valutazione d'azienda

Il tema della valutazione di azienda è da sempre caratterizzato dal dibattito dottrinario sulla più adeguata scelta del metodo o criterio di valutazione. Del resto la esplicitazione del criterio è dovere del valutatore in sede di redazione così come può essere indicato dal committente in sede di conferimento dell’incarico. Per quanto diversi i metodi possano essere appare estremamente improbabile che una valutazione di azienda possa prescindere in tutto o in parte dall’esame delle prospettive economiche e finanziarie dell’azienda stessa. Anche una valutazione effettuata con criteri liquidatori può contenere elementi di valore che dipendono da variabili future.

Leggi dopo

I contratti di cash pooling: principali aspetti contabili

20 Dicembre 2017 | di Marco Ghitti, Elisa Gazzani

Bilancio d'esercizio

Nei gruppi imprenditoriali l’ottimizzazione delle risorse finanziarie può essere raggiunta tramite l’analisi e la gestione dei flussi finanziari non solo a livello di singola società, ma in una prospettiva di gruppo. L’allocazione delle risorse monetarie delle società con maggiore liquidità a favore di altre consociate operative permette di ridurre i costi complessivi derivanti dall’accesso al credito. Tale obiettivo può essere raggiunto dall’utilizzo di contratti di finanziamento inter-societari e dai contratti di conto corrente inter-societari, questi ultimi denominati anche contratti di tesoreria accentrata o di cash pooling (letteralmente, accentramento di liquidità).

Leggi dopo

Strumenti finanziari derivati: rilevazione e valutazione secondo i principi contabili internazionali

13 Dicembre 2017 | di Elbano De Nuccio

IAS 39

Strumenti finanziari

Il presente lavoro prende avvio dalla consapevolezza della sempre più diffusa contabilizzazione degli strumenti finanziari derivati. L’importanza del tema è determinata dai cambiamenti attuati alla disciplina contabile nazionale che trae diretta ispirazione dalla disciplina contabile internazionale sugli strumenti finanziari derivati. Con l'approfondimento si intende fornire un quadro conoscitivo sintetico delle principali disposizioni previste nei principi contabili internazionali in tema di derivati.

Leggi dopo

Apertura di una stabile organizzazione all’estero: adempimenti civilistici e contabili

04 Dicembre 2017 | di Alberto Molgora

Bilancio d'esercizio

Il presente scritto si propone di evidenziare talune considerazioni di carattere operativo di matrice civilistico contabile aventi ad oggetto l’implementazione di una stabile organizzazione all’estero di società residente in Italia, avendo cura di porre in evidenza i riferimenti di prassi e di giurisprudenza in proposito esistenti, nell’auspicio di supportare l’operato dei contribuenti anche innanzi ad eventuali futuri possibili contraddittori al riguardo in essere con l’Amministrazione Finanziaria. Anche per tali ragioni, si è inteso opportuno richiamare altresì per sintesi, nella parte conclusiva del presente riscontro, alcune osservazioni in ordine ai profili di fiscalità diretta della peculiare fattispecie in esame

Leggi dopo

I nuovi principi di revisione in materia di relazione e gli effetti sulla relazione di revisione

29 Novembre 2017 | di Corrado Aprico

Principi di revisione

La Ragioneria Generale dello Stato (MEF) con determina del 15 giugno 2017, ha emanato il nuovo principio di revisione (ISA Italia) n. 720B “Le responsabilità del soggetto incaricato della revisione legale relativamente alla relazione sulla gestione e ad alcune specifiche informazioni contenute nella relazione sul governo societario e gli assetti proprietari” (entra in vigore a decorrere dalla revisione dei bilanci relativi agli esercizi che iniziano dal 1° luglio 2016). Inoltre con determina del 31 luglio 2017 la Ragioneria Generale dello Stato ha altresì emanato le nuove versioni dei principi di revisione internazionali (ISA Italia) 260, 570, 700, 705, 706 e 710, il nuovo principio di revisione internazionale (ISA Italia) n. 701 “Comunicazione degli aspetti chiave della revisione contabile nella relazione del revisore indipendente”.

Leggi dopo

Pagine