Focus

Focus

Schemi di bilancio, la situazione in Europa

30 Settembre 2017 | di Federico Diomeda

EFAA_Accounting_Directive_Survey_2016.pdf

OIC 12 - Composizione e schemi del bilancio di esercizio

L’Organismo Italiano di Contabilità ha elaborato una nuova edizione dell’OIC 12 per tenere conto delle novità introdotte nell’ordinamento nazionale dal D.lgs. 139/2015, che ha attuato la Direttiva 2013/34/UE.

Leggi dopo

Il bene nuovo trasferito tra diversi soggetti non preclude il super ammortamento per l'utilizzatore

25 Settembre 2017 | di Claudio Rovida, Corrado Scalabrini

Ammortamento

La società che finanzia l'acquisto di beni strumentali nuovi e continua ad utilizzarli senza mai perderne il possesso né la detenzione ha il diritto ad applicare il superammortamento anche se, successivamente all'entrata in funzione, il bene viene ceduto ad un diverso proprietario per un mutamento nella forma di finanziamento. Questo importantissimo chiarimento interpretativo viene espresso dall'Agenzia delle Entrate in risposta all'interpello n. 903-93/2017. L'importanza della pronuncia pubblica sta proprio nell'affermazione che, nel caso di acquisto di un bene “nuovo”, sono gli effetti economici delle pattuizioni, anche al di là degli effetti giuridici, che fanno considerare sussistente il diritto a profittare dell'agevolazione in commento.

Leggi dopo

Società cancellate: gli ex soci rispondono anche in mancanza di ripartizione di attivo

15 Settembre 2017 | di Gabriella Antonaci

Conto economico

I soci di società cancellata dal registro delle imprese sono destinati a succedere nei rapporti debitori già facenti capo alla società cancellata, ma non definiti all'esito della liquidazione, indipendentemente dalla circostanza che essi abbiano goduto di un qualche riparto in base al bilancio finale di liquidazione. Che i soci abbiano goduto, o no, di un qualche riparto in base al bilancio finale di liquidazione non è dirimente neanche ai fini dell'esclusione dell'interesse ad agire del Fisco creditore.

Leggi dopo

Riforma della redazione del bilancio di esercizio: la Circolare Assonime n. 14/2017

29 Agosto 2017 | di Claudio Sottoriva

Bilancio d'esercizio

La Circolare Assonime n. 14 del 21 giugno 2017 si propone di fornire un primo quadro complessivo degli effetti della riforma recata dal D.Lgs. n. 139/2015 (di attuazione della Direttiva 2013/34/UE) alla disciplina del Codice Civile in tema di redazione del bilancio di esercizio delle società che non adottano i principi contabili internazionali IAS/IFRS. A tal fine, la prima parte della Circolare analizza gli aspetti civilistici e, cioè, le principali innovazioni apportate dal D.Lgs. n. 139/2015 e dai nuovi principi contabili nazionali OIC e il relativo impatto sull’informativa di bilancio. La seconda parte della Circolare entra nel merito applicativo di questi principi e dei conseguenti effetti fiscali, commentando le soluzioni tecniche individuate dall’art. 13-bis D.L. n. 244/ 2016 conv. con mod. in L n. 19/2017.

Leggi dopo

Il principio di continuità in presenza di crisi

19 Luglio 2017 | di Giuliano Buffelli

OIC 5 - Bilanci di liquidazione

Lo spunto per queste note è dato dal decreto n. 1096 del 19 aprile 2016, con il quale la Sezione delle Imprese del Tribunale di Milano ha esaminato, in chiave civilistica, un principio aziendalistico di rilevante interesse: quello della continuità aziendale.

Leggi dopo

Il nuovo perimetro di imponibilità degli utili da partecipazione e delle plusvalenze

14 Luglio 2017 | di Domenico De Gaetano

Plusvalenze

Il recente Decreto Ministero dell'economia e delle finanze (Mef) del 26 maggio scorso ha fissato le nuove percentuali di imponibilità dei redditi di natura finanziaria, prodotti da investitori tramite partecipazioni societarie. A tal fine, dopo un breve chiarimento in merito ai presupposti normativi, che hanno portato alla revisione della suddetta disciplina, vengono analizzate partitamente le due categorie reddituali interessate dalla modifica, ossia gli utili da partecipazione e le plusvalenze, derivanti dalla cessione a titolo oneroso di partecipazioni. Infine, il punto sull’articolato regime transitorio e sugli adempimenti dichiarativi che la disciplina attuativa ha posto in capo ai soggetti eroganti gli utili da partecipazione ed i proventi ad essi assimilati.

Leggi dopo

Carried interest: la nuova fiscalità dei proventi da partecipazione

27 Giugno 2017 | di Fabrizio Papotti, Luigi Polo Dimel

Partecipazioni

Nelle operazioni di private equity è prassi attribuire ai manager, che hanno determinato il buon esito dell’operazione, una performance fee, denominata “carried interest”. L’inquadramento fiscale di tale erogazione è da sempre aspramente dibattuta, in quanto l’importo, pur avendo un’intrinseca natura di provento finanziario, risulta strettamente collegato all’attività lavorativa svolta dai manager, con la sua conseguente incerta collocazione tra i redditi di capitale o tra quelli di lavoro dipendente e assimilati. Il Decreto 24 aprile 2017, n. 50, appena convertito, detta una disciplina specifica che, a certe condizioni, riconduce il carried interest alla categoria dei redditi di capitale.

Leggi dopo

Super ed iper ammortamenti: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

05 Giugno 2017 | di Amedeo Mellaro

Ammortamento

Con la circolare del 30 marzo 2017, n. 4/E, l'Agenzia delle Entrate, di concerto con il Ministero dello Sviluppo Economico, ha fornito importanti chiarimenti in merito all'applicazione dei bonus relativi al super ed iper ammortamento connessi agli investimenti in beni materiali ed immateriali nuovi, funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale in chiave Industria 4.0. Il presente elaborato si pone l'obiettivo di raffrontare le principali novità, alcune delle quali già introdotte dalla Legge di Stabilità 2016, con quelle entrate in vigore dal 1° gennaio 2017.

Leggi dopo

Il coordinamento tra la normativa fiscale ed i nuovi principi di redazione del bilancio

30 Marzo 2017 | di Pasquale Murgo

Bilancio d'esercizio

L’art. 13-bis del D.L. n. 244/2016 introduce le “attese” disposizioni di coordinamento tra la normativa fiscale ed i nuovi principi di redazione del bilancio di esercizio disposti dal D.Lgs. n. 139/2015, estendendo di fatto, anche ai soggetti con principi contabili nazionali il principio di “derivazione rafforzata” già previsto per i soggetti IAS. Il nuovo art. 83 del TUIR prevede che per i soggetti, diversi dalle micro-imprese di cui all'art. 2435-ter del codice civile, che redigono il bilancio in conformità alle disposizioni del codice, valgono, anche in deroga alle disposizioni del T.U.I.R., i criteri di qualificazione, imputazione temporale e classificazione in bilancio previsti dai rispettivi princìpi contabili.

Leggi dopo

L’informativa di bilancio dopo il D.Lgs. 139/2015: i nuovi schemi di Stato Patrimoniale e di Conto Economico

28 Marzo 2017 | di Alessandro Panno

Stato patrimoniale

Il D.Lgs. n. 139/2015 introduce una serie di novità normative di forte impatto operativo in materia d’informativa obbligatoria societaria; i cambiamenti e le innovazioni introdotte ricadono su un vasto numero di soggetti chiamati a misurarsi con le regole di redazione del nuovo modello di bilancio di esercizio. A livello di elementi di struttura si registrano importanti modificazioni formali negli schemi di stato patrimoniale e di conto economico, nelle modalità di classificazione dei dati contabili e nell’utilizzo delle voci degli schemi obbligatori. Le novità sono determinate anche, ma non solo, a motivo dell’eliminazione della sezione straordinaria del conto economico, all’introduzione del principio di rilevanza e del concetto di eccezionalità; si assiste altresì alla nascita di un modello semplificato di bilancio appositamente disegnato per le micro-imprese.

Leggi dopo

Pagine