Focus

Focus

Il bilancio consolidato degli enti locali. La situazione in Italia

10 Ottobre 2018 | di Paolo Biancone, Silvana Secinaro

Bilancio consolidato

La recente introduzione del bilancio consolidato delle aziende pubbliche come documento obbligatorio pone ottomila Comuni, le Regioni e le Città Metropolitane alle prese con un nuovo documento economico-finanziario-patrimoniale che sintetizza le performance degli enti locali e delle organizzazioni partecipate a essi afferenti.

Leggi dopo

Gli adempimenti contabili degli ETS alla luce del D. Lgs n. 105/2018

05 Ottobre 2018 | di Francesco Licenziato, Carmela Zenzola

CNDC - Doc. di presentazione del sistema rappresentativo dei risultati di sintesi delle aziende non profit -luglio 2002.PDF

Bilancio d'esercizio

Il Decreto correttivo del Codice del Terzo Settore, D. Lgs. n. 105 del 3 agosto 2018, apporta numerose modifiche in tema di rendicontazione e di “documentazione”. Approfondiamo in dettaglio gli adempimenti degli ETS per quanto riguarda scritture contabili e obblighi di rendicontazione con riguardo anche agli aspetti fiscali.

Leggi dopo

Le verifiche di cassa e degli agenti contabili

02 Ottobre 2018 | di Paolo Longoni

Revisore Enti Locali

Un adempimento che è anche un’importante verifica degli equilibri dell’Ente. La verifica si completa con l’esame delle giacenze vincolate ed il confronto con l’anticipazione di tesoreria. Il ricorso all’anticipazione come sintomo di squilibrio.

Leggi dopo

La classificazione e l’ammortamento degli immobili civili nel documento OIC 16

21 Settembre 2018 | di Sandro Cerato

OIC 16 - Immobilizzazioni materiali

Il principio contabile OIC 16, nella versione aggiornata nel 2016, presenta numerose novità in relazione all’ammortamento delle immobilizzazioni materiali. In particolare, nel presente contributo sono analizzate le novità previste per l’ammortamento degli immobili che nel documento in questione sono distinti tra strumentali e non strumentali mentre, nella precedente versione, la distinzione era tra fabbricati industriali e civili. E’ poi previsto che tutti gli immobili siano soggetti ad ammortamento, ferma restando la necessità di interrompere il processo di ammortamento qualora si stimi che il valore residuo al termine della vita utile sia superiore al valore netto contabile. Le novità previste dai principi contabili non impattano in alcun modo ai fini fiscali, poiché in tale ambito l’ammortamento è deducibile solamente per i fabbricati strumentali e non anche per quelli “patrimonio” di cui all’art. 90 del Tuir.

Leggi dopo

Come cambia il mondo delle professioni contabili? Intervista al professor Elbano de Nuccio in vista del Congresso mondiale dei commercialisti

19 Settembre 2018 | di Elbano De Nuccio

Revisore legale dei conti

Mentre fervono i preparativi per il Congresso Mondiale dei Commercialisti 2018 che si terrà a Sydney in Australia a Novembre di quest’anno, è utile fermarsi a riflettere sui cambiamenti in atto nel mondo delle professioni contabili e sulle sfide e le opportunità da cogliere con Elbano de Nuccio, Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bari, docente universitario di discipline economico aziendali presso l’Università LUM Jean Monnet e membro del Board dell’International Federation of Accountants (Ifac), l’Organismo Mondiale della professione, che ha recentemente tenuto il discorso di apertura della 16ma Conferenza internazionale FCM (Fédération des Experts Comptables Méditerranéens) dal titolo "Audit and its Current Perspective", tenutasi ad Istanbul lo scorso 14 settembre.

Leggi dopo

Relazione sulla gestione e bilanci delle imprese minori

18 Settembre 2018 | di Federico Diomeda

articolo 2428 c.c.

Relazione sulla gestione

A giugno di quest’anno il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili e Confindustria hanno pubblicato il documento congiunto “Relazione sulla gestione” che illustra l’importanza di tale obbligo civilistico (art. 2428 CC) nell’ambito del reporting finanziario.

Leggi dopo

La dichiarazione di carattere non finanziario: cosa è cambiato con l’entrata in vigore del D.Lgs. 254/2016

11 Settembre 2018 | di Francesco Telch

D.Lgs. 30 dicembre 2016, n. 254

Bilancio d'esercizio

La dichiarazione di carattere non finanziario (di seguito DNF), introdotta nel nostro ordinamento dal D.Lgs. 30 dicembre 2016, n. 254 e divenuta obbligatoria a decorrere dal 1° gennaio 2017, è il documento di carattere informativo sull’andamento della gestione degli aspetti non finanziari che descrive le politiche di una società (o di un gruppo nel caso in cui sia predisposta in forma consolidata) le attività, i principali risultati e gli impatti che sono stati generati nell’anno, sia in termini di indicatori sia come analisi di trend.

Leggi dopo

Valutazioni di bilancio e giudizio di veridicità nelle attestazioni dei piani di risanamento: il caso delle partecipazioni di controllo

05 Settembre 2018 | di Alberto Quagli

OIC 21 - Partecipazioni

In questo contributo si svolgono alcune riflessioni sull’accertamento della veridicità dei dati aziendali che l’attestatore di un piano di risanamento deve compiere con riguardo specifico alla valutazione di partecipazioni di controllo nel bilancio della controllante. Inizialmente si svolgono alcune considerazioni sui criteri utilizzabili, per poi proporre una soluzione operativa.

Leggi dopo

La classificazione degli strumenti finanziari con caratteristiche di capitale: criticità emerse e possibili soluzioni

30 Agosto 2018 | di Matteo Ogliari

IAS 32

Strumenti finanziari

Lo IAS 32 disciplina la classificazione degli strumenti finanziari emessi dall’entità, distinguendo gli strumenti in strumenti di capitale e di debito. Tale classificazione ha rilevanti effetti sulle strutture patrimoniali, sulle situazioni finanziarie e sulle performance delle entità. In generale, le regole di classificazione dello IAS 32 funzionano bene. Tuttavia, la continua innovazione dei prodotti finanziari sta generando delle difficoltà nella contabilizzazione di un numero crescente di complessi strumenti finanziari. Uno degli elementi che origina tali difficoltà applicative è l’assenza di un chiaro razionale alla base del modello concettuale per la classificazione degli strumenti finanziari del principio contabile internazionale IAS 32. Le criticità emerse creano delle diverse contabilizzazione di strumenti con caratteristiche simili e gli investitori hanno delle difficoltà nell’effettuare le proprie valutazioni sulle solvibilità patrimoniali e sulle performance delle imprese che utilizzano tali strumenti. L’International Accounting Standards Board ha individuato alcune possibili metodi, tra cui: i) articolare il modello alla base della classificazione con un chiaro razionale; ii) migliorare la coerenza, la completezza e la chiarezza delle regole di contabilizzazione; iii) aumentare le regole sulla presentazione e i requisiti d’informativa relativi agli strumenti di capitale e sulle passività finanziarie. Nello scritto si esaminano le criticità emerse nella classificazione degli strumenti finanziari con caratteristiche di capitale e si indagano le possibili soluzioni.

Leggi dopo

La Direttiva 34/2013 e il suo recepimento con il D. Lgs. 139/2015: la nuova clausola generale del bilancio

28 Agosto 2018 | di Alberto Quagli

Bilancio d'esercizio

La comparsa della nuova Accounting Directive dell’Unione Europea (Direttiva 34/2013) e il suo recepimento nazionale tramite il D. Lgs. 139/2015 impongono una riconsiderazione della clausola generale perché qualcosa di importante è cambiato. In questo contributo si inquadrano dapprima i principi europei per analizzare poi i riflessi italiani.

Leggi dopo

Pagine