Guide agli adempimenti

Guide agli adempimenti

La classificazione e l’ammortamento degli immobili civili nel documento OIC 16

21 Settembre 2018 | di Sandro Cerato

OIC 16 - Immobilizzazioni materiali

Il principio contabile OIC 16, nella versione aggiornata nel 2016, presenta numerose novità in relazione all’ammortamento delle immobilizzazioni materiali. In particolare, nel presente contributo sono analizzate le novità previste per l’ammortamento degli immobili che nel documento in questione sono distinti tra strumentali e non strumentali mentre, nella precedente versione, la distinzione era tra fabbricati industriali e civili. E’ poi previsto che tutti gli immobili siano soggetti ad ammortamento, ferma restando la necessità di interrompere il processo di ammortamento qualora si stimi che il valore residuo al termine della vita utile sia superiore al valore netto contabile. Le novità previste dai principi contabili non impattano in alcun modo ai fini fiscali, poiché in tale ambito l’ammortamento è deducibile solamente per i fabbricati strumentali e non anche per quelli “patrimonio” di cui all’art. 90 del Tuir.

Leggi dopo

La dichiarazione di carattere non finanziario: cosa è cambiato con l’entrata in vigore del D.Lgs. 254/2016

11 Settembre 2018 | di Francesco Telch

D.Lgs. 30 dicembre 2016, n. 254

Sindaci

La dichiarazione di carattere non finanziario (di seguito DNF), introdotta nel nostro ordinamento dal D.Lgs. 30 dicembre 2016, n. 254 e divenuta obbligatoria a decorrere dal 1° gennaio 2017, è il documento di carattere informativo sull’andamento della gestione degli aspetti non finanziari che descrive le politiche di una società (o di un gruppo nel caso in cui sia predisposta in forma consolidata) le attività, i principali risultati e gli impatti che sono stati generati nell’anno, sia in termini di indicatori sia come analisi di trend.

Leggi dopo

Valutazioni di bilancio e giudizio di veridicità nelle attestazioni dei piani di risanamento: il caso delle partecipazioni di controllo

05 Settembre 2018 | di Alberto Quagli

Valutazione delle partecipazioni

In questo contributo si svolgono alcune riflessioni sull’accertamento della veridicità dei dati aziendali che l’attestatore di un piano di risanamento deve compiere con riguardo specifico alla valutazione di partecipazioni di controllo nel bilancio della controllante. Inizialmente si svolgono alcune considerazioni sui criteri utilizzabili, per poi proporre una soluzione operativa.

Leggi dopo

La classificazione degli strumenti finanziari con caratteristiche di capitale: criticità emerse e possibili soluzioni

30 Agosto 2018 | di Matteo Ogliari

IAS 32

Strumenti finanziari

Lo IAS 32 disciplina la classificazione degli strumenti finanziari emessi dall’entità, distinguendo gli strumenti in strumenti di capitale e di debito. Tale classificazione ha rilevanti effetti sulle strutture patrimoniali, sulle situazioni finanziarie e sulle performance delle entità. In generale, le regole di classificazione dello IAS 32 funzionano bene. Tuttavia, la continua innovazione dei prodotti finanziari sta generando delle difficoltà nella contabilizzazione di un numero crescente di complessi strumenti finanziari. Uno degli elementi che origina tali difficoltà applicative è l’assenza di un chiaro razionale alla base del modello concettuale per la classificazione degli strumenti finanziari del principio contabile internazionale IAS 32. Le criticità emerse creano delle diverse contabilizzazione di strumenti con caratteristiche simili e gli investitori hanno delle difficoltà nell’effettuare le proprie valutazioni sulle solvibilità patrimoniali e sulle performance delle imprese che utilizzano tali strumenti. L’International Accounting Standards Board ha individuato alcune possibili metodi, tra cui: i) articolare il modello alla base della classificazione con un chiaro razionale; ii) migliorare la coerenza, la completezza e la chiarezza delle regole di contabilizzazione; iii) aumentare le regole sulla presentazione e i requisiti d’informativa relativi agli strumenti di capitale e sulle passività finanziarie. Nello scritto si esaminano le criticità emerse nella classificazione degli strumenti finanziari con caratteristiche di capitale e si indagano le possibili soluzioni.

Leggi dopo

L'antiriciclaggio del revisore alla luce della disciplina introdotta dal D.Lgs. 25/05/2017 n. 90

09 Agosto 2018 | di Marco Sorrentino

Revisore legale dei conti

La disciplina dell'antiriciclaggio, introdotta in Italia con il D.Lgs. 21/11/2007 n.231 a seguito del recepimento delle Direttive Europee 2005/60/CE e 2006/70/CE, ha quale obiettivo primario la prevenzione all'utilizzo del sistema finanziario con l'unico scopo di riciclare proventi di attività criminose di finanziamento del terrorismo. Per perseguire tale finalità, la legge ha investito una serie crescente di soggetti, di attività volte a vigilare sul comportamento del cliente, sia esso abituale o occasionale. La disciplina è stata successivamente rafforzata, nel corso del 2017, con l'emanazione del nuovo D.Lgs. 25/05/2017 n.90, anch'esso nato sotto la spinta dell'Unione Europea (Direttiva UE 2015/849). In questo scenario, anche la CONSOB è intervenuta per aumentare e rafforzare gli adempimento in capo ai soggetti revisori legali e società di revisione che abbiano incarichi in enti di interesse pubblico o in enti sottoposti a regime intermedio.

Leggi dopo

OIC 32 – Strumenti finanziari derivati: il quadro della disciplina

31 Luglio 2018 | di Marcella Carena

OIC 32 – Strumenti finanziari derivati

La finalità del principio contabile OIC 32 è quella di disciplinare i criteri per la rilevazione, classificazione e valutazione degli strumenti finanziari derivati, nonché le tecniche di valutazione del fair value, la valutazione delle operazioni di copertura e le informazioni da presentare nella nota integrativa. Il principio è integrato da quattro appendici e da numerosi esempi illustrativi.

Leggi dopo

Adempimenti dei Revisori di EELL: il questionario sul bilancio di previsione per gli esercizi 2018-2020

24 Luglio 2018 | di Piercarlo Bausola

art. 1, commi 166 e seguenti, legge 23 dicembre 2005, n. 266

Revisore Enti Locali

Gli organi di revisione degli Enti locali sono tenuti alla compilazione e trasmissione del questionario finalizzato alla predisposizione delle relazioni sul bilancio di previsione degli enti locali per gli esercizi 2018-2020, alle Sezioni regionali di controllo, competenti per territorio, della Corte dei Conti. Ciò ai fini dell’espletamento del controllo di regolarità e di legittimità sui bilanci di cui all’art. 1, commi 166 e seguenti, della legge 23 dicembre 2005, n. 266. La scadenza di invio, inizialmente fissata per il 31 luglio 2018, è stata di recente prorogata al prossimo 3 settembre 2018. Nel contributo si esaminano la composizione del questionario ed alcuni degli elementi utili ai fini dell’espletamento dell’adempimento da parte del revisori.

Leggi dopo

IFRS 9: le principali novità

10 Luglio 2018 | di Gianfelici Cristina

IFRS 9

Strumenti finanziari

Il nuovo principio contabile internazionale IFRS 9 ha ad oggetto la classificazione, la rappresentazione e la valutazione in bilancio degli strumenti finanziari. È stato approvato con Regolamento UE 2016/2067 e, fatta salva la facoltà di adozione anticipata, le imprese sono obbligate ad applicarlo a partire dai bilanci degli esercizi aventi inizio dal 1° gennaio 2018 o da data successiva.

Leggi dopo

Le scritture contabili delle reti d’impresa

04 Luglio 2018 | di Stefano Mazzocchi

Conto economico

La rete d’impresa costituisce uno strumento particolarmente flessibile per la realizzazione di attività o fasi di esse fra soggetti giuridici diversi. Per effetto di recenti interventi normativi è consentito l’ingresso – in veste di partecipante ad una rete - anche ai professionisti, pur essendovi, sotto questo profilo, talune criticità sul piano del coordinamento legislativo. Anche sulla scorta di tali premesse, con il presente elaborato si intende individuare le fasi salienti che caratterizzano la vita di una rete d’impresa a partire dalla sua costituzione, passando per l’elaborazione della situazione patrimoniale annuale (laddove obbligatoria) fino alla fase terminale, rappresentata dallo scioglimento della rete medesima.

Leggi dopo

L’applicazione dell’OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione -

25 Giugno 2018 | di Matteo Ogliari

OIC 11 - Bilancio d’esercizio, finalità e postulati

Oggetto dello scritto è l’applicazione dell’OIC 23 con le sue modifiche. Verrà dunque descritta la corretta rappresentazione, in bilancio, dei corrispettivi ricevuti a fronte dell’esecuzione del contratto di appalto. Nella disamina tecnica si farà riferimento, in primis, ai principi contabili nazionali, ma riportando ai principi contabili internazionali qualora gli stessi fossero di supporto alle considerazioni qualitative e interpretative.

Leggi dopo

Pagine