Guide agli adempimenti

Guide agli adempimenti

Effetti dell’eliminazione dell’area straordinaria del conto economico

21 Dicembre 2017 | di Gabriele D’Alauro

Conto economico

Il Decreto Legislativo 18 agosto 2015, n. 139, nell’ambito delle modifiche apportate alle norme del codice civile sul bilancio d’esercizio in attuazione della Direttiva 2013/34/UE, ha innovato lo schema del conto economico disponendo in specie l’eliminazione dell’area straordinaria, con conseguente necessità di ricollocare nelle voci appropriate i proventi e gli oneri precedentemente imputati nella suddetta area. D’altro lato, è ora richiesta l’indicazione in nota integrativa di una specifica informativa sugli elementi contabili di entità o incidenza eccezionali.

Leggi dopo

Riforma del Terzo settore: contabilità e bilancio degli ETS

19 Dicembre 2017 | di Fabrizio Papotti , Antonella Tarsia Morisco

Bilancio d'esercizio

Il Codice del Terzo settore (D.Lgs. 3 luglio 2017, n. 117) prevede alcune disposizioni relative alla tenuta della contabilità ed alla redazione del bilancio. Tale disciplina deve essere letta tenendo in considerazione le caratteristiche e le finalità precipue degli enti a cui è destinata. Così, mediante la tenuta di una contabilità separata è possibile rilevare distintamente i fatti amministrativi relativi all’attività istituzionale rispetto a quelli relativi all’attività commerciale. Allo stesso modo, al bilancio degli ETS, sia nella forma di rendiconto finanziario per cassa che di bilancio composto da stato patrimoniale, rendiconto finanziario e relazione di missione, sono applicabili i principi contabili introdotti dal D.Lgs. 139/2015, con le particolarità dettate, da una parte, dalla necessità di perseguire l’economicità, l’efficacia e l’efficienza della gestione e, dall’altra parte, dalle caratteristiche che differenziano gli ETS dalle società commerciali.

Leggi dopo

Criticità legate alla chiusura dei bilanci al 31 dicembre 2017, in relazione ai principi contabili internazionali IAS/IFRS

14 Dicembre 2017 | di Paola Pedotti

Bilancio d'esercizio

L’obiettivo di questa guida è fornire una sintesi degli aspetti di maggiore attualità e rilevanza in materia di applicazione dei principi contabili internazionali ai bilanci per gli esercizi chiusi al 31 dicembre 2017.

Leggi dopo

I controlli e le verifiche del collegio sindacale investito dell'incarico di revisione legale

11 Dicembre 2017 | di Amedeo Mellaro

Controllo

In talune circostanze, al collegio sindacale può essere affidata, oltre alla funzione di vigilanza ex artt. 2403 e ss. C.C., anche quella di revisione legale ai sensi del D.Lgs. n. 39/2010 e nel rispetto dei principi di revisione ISA Italia. L’esercizio congiunto di tali funzioni, da cui discende la presenza di numerosi controlli strettamente complementari tra di loro, comporta lo sviluppo di significative sinergie. Il presente lavoro sofferma l’attenzione proprio sul ruolo dei sindaci/revisori ed ha lo scopo di raccordare gli istituti della vigilanza e del controllo anche alla luce dei principi di revisione ISA Italia.

Leggi dopo

La gestione delle perdite durevoli di valore delle immobilizzazioni (Parte II)

01 Dicembre 2017 | di Federico Diomeda

OIC 9 – Svalutazione per perdite durevoli

Continuiamo con la seconda parte sulla trattazione del principio contabile OIC 9. In questo secondo contributo i temi trattati dall’autore sono: l’approccio semplificato sulle perdite durevoli per quanto riguarda le piccole e le micro-imprese e la contabilizzazione del ripristino del valore.

Leggi dopo

La gestione delle perdite durevoli di valore delle immobilizzazioni (I Parte)

30 Novembre 2017 | di Federico Diomeda

OIC 9 – Svalutazione per perdite durevoli

Il principio contabile OIC 9 nella sua ultima versione, di Dicembre 2016 con effetto dagli esercizi aventi inizio dal 1° gennaio 2016, ha lo scopo di definire il trattamento contabile delle perdite durevoli di valore delle immobilizzazioni materiali ed immateriali richiamate dall’articolo 2426 CC , comma 1 n. 3 del Codice Civile. Le perdite durevoli di valore sono definite nel principio come “la diminuzione di valore che rende il valore recuperabile di una immobilizzazione, determinato in una prospettiva di lungo termine, inferiore rispetto al suo valore netto contabile”. Le ragioni per cui le perdite durevoli di valore debbono essere iscritte in bilancio sono intuitive: il principio della rappresentazione veritiera degli elementi costituenti il patrimonio sociale non può tollerare il mantenimento in bilancio di valori che non siano supportati da ragioni economiche o di mercato. Questa guida affronta e illustra la contabilizzazione delle perdite durevoli di valore e dell’eventuale ripristino di valore e si conclude con alcune osservazioni inerenti la particolare rilevanza che il principio OIC 9 ha nell’ottica generale della verifica della continuità aziendale.

Leggi dopo

Bilancio di Previsione: importanza nella prospettiva della continuità aziendale e dei nuovi OIC 2016

29 Novembre 2017 | di Marco Ghitti, Elisa Gazzani

Bilancio d'esercizio

Con il termine “bilancio di previsione” solitamente si intende il documento contabile in cui viene esposta, in maniera sistematica, la modalità attraverso cui avviene il reperimento e l’impiego delle risorse pubbliche. Tale documento rappresenta il principale riferimento per l’allocazione, la gestione ed il monitoraggio di entrare ed uscite degli enti territoriali, i loro organismi strumentali ed i loro enti strumentali in contabilità finanziaria. Secondo le disposizioni attualmente vigenti, tale documento viene redatto annualmente, con un orizzonte temporale triennale. È quindi, a tutti gli effetti, un documento “programmatico”.

Leggi dopo

Le novità per il bilancio di esercizio: il nuovo principio contabile internazionale IFRS 16 - Leases

14 Novembre 2017 | di Alessandro Panno

Leasing

Con il Regolamento (UE) n°2017/1986 del 31 ottobre 2017, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione Europea (L 291/1) il 9 novembre 2017, si è conclusa la procedura di omologazione (endorsment) del nuovo principio contabile internazionale per la contabilizzazione dei contratti di locazione finanziaria e operativa, l'IFRS 16 - Leases, che dal 1 gennaio 2019 sostituirà l'attuale IAS 17 e le interpretazioni ad esso collegate (IFRIC 4, SIC 15, SIC 27). Il nuovo principio contabile cambia radicalmente la prospettiva di rilevazione e rappresentazione dei contratti di locazione, soprattutto per i conduttori; elimina la distinzione tra leasing finanziario e leasing operativo e prevede che tutte le operazioni di leasing siano contabilizzate allo stesso modo, sopra la linea, tra le attività e le passività del bilancio dei locatari.

Leggi dopo

La nuova sfida del Terzo Settore: con la riforma più controlli su conti e gestione

13 Novembre 2017 | di Gabriella Ricciardi

Contabilità ordinaria

La riforma del Terzo Settore (legge 106 del 2016 e successivi decreti delegati) ha introdotto importanti novità per gli oltre 300.000 enti attivi in Italia in questo comparto. Dal punto di vista amministrativo e contabile gli Enti del Terzo Settore (ETS), in base a tipologie e dimensioni, devono tenere le scritture contabili e redigere, a seconda dei casi, un bilancio o un rendiconto finanziario per cassa, predisporre il bilancio sociale e pubblicare gli emolumenti degli amministratori. Viene poi introdotta la nomina dell'organo di controllo e l’obbligo della revisione legale dei conti al di sopra di alcuni parametri.

Leggi dopo

Come classificare gli immobili in bilancio

07 Novembre 2017 | di Paola Aglietta

OIC 16

OIC 16 - Immobilizzazioni materiali

La classificazione degli immobili nel bilancio avviene sulla base delle norme del codice civile e tenendo conto dei principi contabili (OIC 16), sulla base della destinazione e dell’utilizzo degli stessi nell’ambito dell’attività svolta dalla società. Il principio contabile OIC 16, nella versione attuale, si basa sulla distinzione tra “fabbricati strumentali” e “fabbricati non strumentali” e postula il principio generale secondo il quale i fabbricati devono essere sempre ammortizzati, salvo il solo caso dei fabbricati non strumentali con valore residuo pari o superiore al valore netto contabile. Parzialmente diversa la classificazione ai fini fiscali, della quale si fa breve cenno.

Leggi dopo

Pagine