Quesiti Operativi

Quesiti Operativi

IVA: trasmissibilità della qualifica di impresa costruttrice in una fusione per incorporazione

11 Settembre 2019 | di Stefano Pasetto

DM Min. Infrastrutture 22 aprile 2008 n. 32438
Art. 10 c. 1 n. 8-bis DPR 633/72

Aggregazioni d'impresa

Si vuole conoscere se, ai fini IVA, la qualifica di impresa costruttrice dell’immobile venga trasferita nell'ambito di un'operazione di fusione e se i successivi atti di vendita siano da considerarsi assoggettabili a IVA.

Leggi dopo

La mancata approvazione nel tempo dei bilanci d’esercizio di s.r.l.

26 Giugno 2019 | di Stefano Pasetto

Approvazione del bilancio

I bilanci di una s.r.l. relativi agli esercizi dal 2007 al 2017 non risultano approvati in quanto l'assemblea dei soci non è mai stata convocata. E' possibile rimediare oggi per allora, considerato che le dichiarazioni dei redditi risultano tutte regolarmente presentate?

Leggi dopo

Contabilizzazione del pagamento qualora non sia stata ancora emessa la fattura elettronica

19 Giugno 2019 | di Stefano Pasetto , Giusy Sorrentino

Leasing

Come deve avvenire la registrazione in partita doppia a gennaio 2019 del RID, visto che le fatture elettroniche di gennaio sono state emesse solo a marzo 2019 con il passaggio dallo SDI?

Leggi dopo

Risarcimento del danno a seguito di condanna: la riconoscibilità fiscale del costo qualora si decida di impugnare la sentenza

11 Giugno 2019 | di Stefano Pasetto , Laura Pasetto

Fondi per rischi ed oneri

Alfa S.p.A. ritiene di dover accantonare a fondo rischi la somma che è stata condannata a versare al cliente Beta e, al riguardo, vuole conoscere se tale accantonamento sia fiscalmente deducibile nell’esercizio in cui lo stesso è stanziato, oppure se lo potrà essere soltanto nell’anno in cui la Corte di Cassazione dovesse mai confermare detta sentenza.

Leggi dopo

Rivalutazione della partecipazione e scissione

21 Maggio 2019 | di Stefano Pasetto

Valutazione delle partecipazioni

Caio al 1° gennaio 2019 possiede come “privato cittadino” una quota partecipativa nella società Alfa S.r.l. e, avvalendosi di quanto previsto dalla L. 30 dicembre 2018, n. 145, ridetermina il valore fiscalmente riconosciuto della propria partecipazione. Sempre nei primi mesi del 2019, con lo scopo di separare l’attività operativa dalla componente immobiliare, Alfa S.r.l., mediante apposita operazione di scissione, viene scissa in due beneficiarie costituitesi per effetto della medesima, Beta S.r.l. e Gamma S.r.l., e ai soci della prima, ivi compreso Caio, vengono attribuite in proporzione a quanto avevano in essa quote partecipative nelle seconde. Caio, ricevute le partecipazioni in Beta S.r.l. e Gamma S.r.l., decide da ultimo di vederle a terzi. Ciò premesso, si chiede di conoscere se quanto descritto potrebbe essere considerato dall’Amministrazione finanziaria “manovra elusiva” e, quindi, se il rideterminato valore fiscalmente riconosciuto della partecipazione in Alfa S.r.l. da parte di Caio possa essere o meno pro-quota ritenuto valido nella cessione delle partecipazioni in Beta S.r.l. e Gamma S.r.l., al fine della determinazione dell’eventuale plusvalenza da sottoporre a tassazione.

Leggi dopo

Impresa familiare “non riconosciuta” e regime cd. “forfettario”

28 Marzo 2019 | di Stefano Pasetto

Regimi contabili e fiscali

Un meccanico in “contabilità semplificata” nel 2018 e con un proprio coadiuvante (non impresa familiare riconosciuta) nel 2019 vorrebbe passare al regime cd. “forfettario”, in quanto rientrerebbe nei limiti previsti per quest’ultimo regime. In questo ambito, si chiede di conoscere, anzitutto, se l’imprenditore dovrà dichiarare tutto il reddito e pagare l'imposta sostitutiva sul totale o se, invece, il reddito dopo il calcolo del coefficiente possa essere diviso tra l’imprenditore e il suo coadiuvante.

Leggi dopo

Questionario della Corte dei Conti 2017 per gli Enti locali: termini e modalità

25 Marzo 2019 | di Silvana Secinaro

Revisore Enti Locali

In riferimento al questionario al rendiconto anno 2017 degli Enti Locali, si chiede conferma sul termine di 30 giorni per l'invio, decorrenti dalla data di apertura del portale della Corte dei conti, per il relativo caricamento.

Leggi dopo

Errore nel bilancio d’esercizio di una s.r.l. e sua correzione in base ai principi contabili nazionali OIC

21 Marzo 2019 | di Stefano Pasetto

OIC 29 – Cambiamenti di principi contabili, cambiamenti di stime contabili, correzioni di errori, fatti intervenuti dopo la chiusura dell’esercizio

Una s.r.l. con attività di commercio all'ingrosso e al dettaglio di beni mobili, ha subito una verifica da parte delle GDF che ha interessato gli anni dal 2014 al 2017. Dalla verifica è emersa una costante e rilevante sopravalutazione del magazzino nei singoli esercizi oggetto di verifica, compreso l'anno 2017. Si chiede di sapere come occorrerà procedere in sede di deposito del bilancio 2018, considerata la rettifica operata sul valore di inventario del 2017 e tenuto conto del principio di continuità del bilancio di esercizio.

Leggi dopo

Soggetto in regime cd. “forfettario” e fatturazione a un cliente estero

19 Marzo 2019 | di Stefano Pasetto

Regimi contabili e fiscali

Si chiede di conoscere quali richiami debbano essere inseriti nella fattura che un soggetto in regime cd. “forfettario” emette a un proprio cliente di Londra per servizi a lui prestati

Leggi dopo

Il trattamento contabile dei debiti soggetti a condizione sospensiva

18 Marzo 2019 | di Amedeo Mellaro

Debiti

In ipotesi di acquisto di un immobile da parte di una Srl soggetto a condizione sospensiva (diritto di prelazione da esercitarsi entro 60 giorni da parte di soggetto terzo) si chiede quale sia il corretto momento (data sottoscrizione atto di compravendita sottoposta a condizione sospensiva ovvero avveramento delle condizioni sospensive) della rilevazione contabile dell'acquisto da parte della società acquirente, considerato che nell'atto sono previsti: - la retroattività degli effetti (ex art. 1360 c.c.) in caso di avveramento delle condizioni sospensive - la decorrenza dalla data di sottoscrizione dell'atto di compravendita dei vantaggi e degli oneri rispettivamente a profitto ed a carico della società acquirente - il trasferimento del possesso solo una volta stipulato l'atto di verificata condizione. Qualora la sottoscrizione dell'atto di compravendita e l'avveramento delle condizioni sospensive avvengano in due esercizi sociali differenti, la risposta all'interrogativo subirebbe variazioni?

Leggi dopo

Pagine