Guide agli adempimenti

L'antiriciclaggio del revisore alla luce della disciplina introdotta dal D.Lgs. 25/05/2017 n. 90

Sommario

Soggetti obbligati | Gli adempimenti per i professionisti | Gli Obblighi di adeguata verifica della clientela | Nuove regole per i revisori legali | In conclusione |

 

La disciplina dell'antiriciclaggio, introdotta in Italia con il D.Lgs. 21/11/2007 n.231 a seguito del recepimento delle Direttive Europee 2005/60/CE e 2006/70/CE, ha quale obiettivo primario la prevenzione all'utilizzo del sistema finanziario con l'unico scopo di riciclare proventi di attività criminose di finanziamento del terrorismo. Per perseguire tale finalità, la legge ha investito una serie crescente di soggetti, di attività volte a vigilare sul comportamento del cliente, sia esso abituale o occasionale. La disciplina è stata successivamente rafforzata, nel corso del 2017, con l'emanazione del nuovo D.Lgs. 25/05/2017 n.90, anch'esso nato sotto la spinta dell'Unione Europea (Direttiva UE 2015/849). In questo scenario, anche la CONSOB è intervenuta per aumentare e rafforzare gli adempimento in capo ai soggetti revisori legali e società di revisione che abbiano incarichi in enti di interesse pubblico o in enti sottoposti a regime intermedio.

Leggi dopo