News

Deducibilità ai fini IRAP dei costi del personale addetto alla ricerca e sviluppo, ASSIREVI orienta la relazione del revisore

 

L’art. 11, comma 1, lett. a), n.5) del D.Lgs. n. 446/97 (noto come “Decreto IRAP”) condiziona la deducibilità dei costi sostenuti per il personale addetto alla ricerca e sviluppo al rilascio da parte di un revisore dei conti dell'attestazione di effettività dei costi stessi.

Il documento ASSIREVI n. 222 - emanato con data luglio 2018 - definisce le linee guida per lo svolgimento dell’attività di revisione contabile per l’assolvimento degli obblighi stabiliti dalla normativa.

 

Richiamata la lettura della norma in base alla Risoluzione n. 104/E del 21 aprile 2009, l'approfondimento dettaglia il rilascio dell’attestazione: essa assolve essenzialmente la funzione di garantire l’effettivo sostenimento dei costi di ricerca e sviluppo e la corrispondenza degli stessi alla documentazione contabile.

Sulla scorta dell’ISA 805 (Revised) “Special Considerations – Audits of Single Financial Statements and Specific Elements, Accounts or Items of a Financial Statement”, emanato dall’IFAC, si ritiene necessario adottare un approccio che tenga in considerazione alcuni elementi:

  • l’incarico di esprimere un giudizio in merito all’effettività dei costi di ricerca e sviluppo è da considerarsi come un incarico separato rispetto alla revisione contabile del bilancio e, quindi, le verifiche da svolgere potranno risultare, di norma, più estese rispetto alle verifiche nell’ambito della revisione dell’intero bilancio;
  • per alcune tipologie di costi (ammortamenti, costi del personale, accantonamento TFR, ecc.) vi è la necessità di esaminare anche altri dati contabili al di fuori dei costi oggetto di verifica e di svolgere altre procedure di revisione quali esame della contabilità analitica, report del controllo di gestione e verifiche su voci che hanno una relazione diretta con i costi oggetto di esame;
  • considerati gli obiettivi dell’incarico le procedure di revisione normalmente consisteranno in procedure di validità svolte su base campionaria (esame documentale);
  • alla conclusione del lavoro si dovrà ottenere una lettera di attestazione

 

Come previsto poi dai principi di revisione di riferimento, nello svolgimento delle verifiche il revisore determinerà la soglia di significatività (materialità). Tale iter si svolgerà in accordo con il principio di revisione internazionale ISA 320 – Significatività nella pianificazione e nello svolgimento della revisione contabile, valutandone l’impatto in relazione al totale dei costi oggetto di revisione e non in relazione al bilancio nel suo complesso.  

L’ISA 805 (Revised), negli esempi di relazioni ad esso allegati, richiede l’inserimento di quanto segue: “We also provide those charged with governance with a statement that we have complied with relevant ethical requirements regarding independence, and to communicate with them all relationships and other matters that may reasonably be thought to bear on our independence, and where applicable, related safeguards”.

Leggi dopo